Vaccino anti celiachia, primi test promettenti

Il farmaco è stato ben tollerato dai pazienti che si sono sottoposti agli studi, presentati al recente Digestive Disease Week.

Pubblicato il 21/06/2016
Vaccino anti celiachia, primi test promettenti

Sono arrivati i primi risultati clinici sui vaccini contro la celiachia. All’edizione 2016 del congresso Digestive Disease Week sono stati infatti presentati i dati di due studi di fase 1 relativi a Nexvax2, un vaccino terapeutico in grado di proteggere contro l'esposizione al glutine in alcuni pazienti con malattia celiaca. Il vaccino è stato ben tollerato dai pazienti in entrambi gli studi.

La spiegazione scientifica

La celiachia è una malattia autoimmune causata, in soggetti geneticamente predisposti, dalla reazione immunitaria inappropriata nei confronti del glutine. Si instaura una progressiva distruzione della mucosa del piccolo intestino deputata all'assorbimento dei nutrienti. In letteratura medica sono descritti diversi epitopi appartenenti a questa classe proteica riconosciuti dai linfociti B e dai linfociti T CD4+ infiltranti la mucosa intestinale dei pazienti celiaci.

Il principale fattore genetico predisponente è rappresentato dal complesso maggiore di istocompatibilità umano di tipo II (HLAII) codificato da geni sul cromosoma 6p21. Il 25-30% della popolazione normale ha l’aplotipo HLA–DQ2, ma solo l’1% dei soggetti con questa predisposizione genetica sviluppa la CD, indicando il coinvolgimento di altri geni, probabilmente non HLA-associati (ad esempio CTLA-4), nella patogenesi di questa malattia. Agli HLA-DQ2 è legato un forte effetto di dosaggio genico: gli individui omozigoti hanno un rischio 5 volte superiore di sviluppare la patologia rispetto agli eterozigoti.

Questo studio è frutto della ricerca di esperti americani, australiani ed europei secondo i quali la celiachia è causata dal mangiare glutine soprattutto per gli individui che portano il gene HLA-DQ2.5. Inoltre, i ricercatori affermano anche che le persone affette da celiachia possiedono cellule T CD4+ glutine reattive. Quindi, per il trattamento della malattia celiaca senza privarsi del glutine nella dieta, hanno sviluppato Nexvax2, una formulazione iniettabile di tre peptidi con epitopi che sono riconosciuti dalle cellule T CD4+ reattive al glutine.

I risultati del vaccino

I ricercatori ritengono che l'iniezione di questi epitopi possa causare una trasformazione delle cellule T CD4+ che diventano reattive al glutine. Per valutare Nexvax2, i ricercatori hanno assegnato in modo casuale 59 pazienti con malattia celiaca e il gene HLA-DQ2.5 a 16 dosi di Nexvax2 o placebo, due volte a settimana per 53 giorni. Prima e dopo il trattamento, i pazienti sono stati sottoposti a "sfidare il glutine." per tre giorni.

Durante questo tempo, è stata valutata la risposta delle cellule T di ciascun paziente. Dopo 8 settimane, sia i pazienti trattati col vaccino che quelli placebo hanno mostrato simili livelli di citochine plasmatiche e sintomi gastrointestinali. Durante la seconda "sfida del glutine" i pazienti non hanno riprodotto l’elevata risposta delle cellule T osservata durante la prima sfida. Inoltre, i pazienti che hanno ricevuto Nexvax2 avevano maggiori probabilità di completare la "sfida al glutine".

In conclusione, come hanno puntualizzato i ricercatori, questa è la prima volta che un’immunoterapia antigene-specifica che ha utilizzato i peptidi dimostra di indurre non-responsività sistematica agli epitopi delle cellule T dominanti nei pazienti con una malattia simil-malattia autoimmune.

fonte: Pharmastar

Taglio buoni Asl, i celiaci non demordono

Taglio buoni Asl, i celiaci non demordono Nonostante le proteste dei celiaci, le Regioni italiane stanno tagliando una dopo l'altra i buoni Asl per l'acquisto degli alimenti senza glutine, secondo quanto disposto nei mesi scorsi dal governo. ... Pubblicato il 18/01/2019

Leggi Tutto

Riduzione buoni Asl, protestano i celiaci

Riduzione buoni Asl, protestano i celiaci L'Associazione italiana celiachia protesta contro il ministro della salute Giulia Grillo, che nei giorni scorsi sui social ha annunciato di voler ridurre i tetti di spesa dei buoni riservati ai celiac... Pubblicato il 24/10/2018

Leggi Tutto

Trovato il tasto che ''spegne'' la celiachia

Trovato il tasto che ''spegne'' la celiachia Dagli Stati Uniti arriva la scoperta di un enzima in grado di trattare la celiachia disinnescando la reazione autoimmune che fa comparire i sintomi. Se tante persone affette da questa malattia si chie... Pubblicato il 08/03/2018

Leggi Tutto
Warning: array_slice() expects parameter 1 to be array, null given in /htdocs/public/www/include/import.php on line 29

Vacanze per celiaci

Scopri altre offerte su www.vacanzeperceliaci.com

Locali per celiaci

Arcobaleno dei Sapori

Arcobaleno dei SaporiArcobaleno dei Sapori è un Negozio per celiaci a Bergamo (BG)

Negozio per celiaci a Bergamo (BG)

I Fornari - Agriturismo B&B

I Fornari - Agriturismo B&BI Fornari - Agriturismo B&B è un Ristorante, Agriturismo per celiaci a Salerno (SA)

Ristorante, Agriturismo per celiaci a Salerno (SA)

Senza Pensieri

Senza PensieriSenza Pensieri è un Negozio per celiaci a Vicenza (VI)

Negozio per celiaci a Vicenza (VI)

Scopri altri locali su www.guidarapidaceliaci.com

Celiachia Celiachia Celiachia Celiachia