La celiachia colpisce i nati in primavera: ecco perché

Uno studio svedese dimostra che i venuti al mondo durante l'inverno hanno possibilità quasi nulle di contrarre la malattia: merito della diversa alimentazione in fase di svezzamento.

Pubblicato il 20/10/2016
La celiachia colpisce i nati in primavera: ecco perché

La maggior parte dei celiaci è nata in primavera, mentre tra chi nasce in inverno l'incidenza della malattia è quasi nulla. Lo afferma, dati alla mano, un approfondito studio svedese che dimostra come i bambini nati in primavera siano quelli con più incidenza di casi di celiachia, seguiti da quelli nati in estate e in autunno. I più ‘fortunati’ sarebbero invece quelli nati in inverno, con pochi o nulli casi di celiachia o intolleranza al glutine.

Le statistiche

Gli scienziati dell’Umea University in Svezia, capitanati dal dott. Fredinah Namatovu, hanno raccolto una grande mole di dati, che ha incluso la bellezza di quasi due milioni di bambini e ragazzi fino ai quindici anni d’età, nati tra il 1991 e il 2009. Di questi, 6.569 hanno ricevuto una diagnosi di celiachia, accertata dai medici in 47 diversi ospedali.

Come riportato sulla rivista scientifica Archives of Disease in Childhood, il rischio di diagnosi è stato di circa il 10% maggiore tra i bambini nati in primavera (tra marzo e maggio), d’estate (tra giugno e agosto) e in autunno (tra settembre e novembre) rispetto a quelli nati invece in inverno (da dicembre a febbraio).

Dipende da dove c’è più sole

A prescindere ai modelli generali di statistica, i ricercatori hanno trovato che le cose tuttavia differivano da regione a regione. In particolare, il rischio e le diagnosi di celiachia erano più alti tra i bambini nati nel sud della Svezia, dove vi è una maggiore insolazione e temperature più elevate rispetto al nord del Paese. Oltre a ciò, nei bambini che avevano ricevuto una diagnosi prima dei 2 anni d’età, il rischio era maggiore se erano nati in primavera. Per i bambini la cui diagnosi arrivava dopo questa età, il rischio era invece maggiore se nati in estato o autunno.

L’anno di nascita influenza la malattia

Il fatto curioso è che anche l’anno di nascita ha la sua influenza sull'incidenza della celiachia. Per esempio, i ricercatori hanno scoperto che i nati tra il 1991 e il 1996 erano più a rischio se nati in primavera; i nati tra il 1997 e il 2002 se nati in estate e autunno; i nati tra il 2003 e il 2009 se nati in autunno. Oltre a ciò, ad avere la peggio erano le femmine, rispetto ai maschi, in ogni stagione e anno di nascita. Ma questo è un fatto già noto.

Sebbene i ricercatori non abbiano trovato un nesso causa/effetto, le statistiche indicano che la stagione di nascita, così come un particolare anno possono avere una certa influenza sul rischio di sviluppare la malattia celiaca.

Le ipotesi

«Una ipotesi per un maggiore rischio di celiachia e la nascita in primavera/estate è che quei bambini hanno maggiori probabilità di essere svezzati e di aver introdotto il glutine durante l’autunno/inverno, un periodo caratterizzato dall’esposizione a infezioni virali stagionali», scrivono gli autori.

Secondo gli esperti, le infezioni virali alterano batteri intestinali e aumentano la permeabilità delle cellule che rivestono l’intestino, che potrebbe indurre lo sviluppo dell’intolleranza al glutine e della celiachia. Altra ipotesi è una carenza o alterazione dei livelli di vitamina D: bassi livelli di questa vitamina sono stati associati a malattie legate al sistema immunitario come la sclerosi multipla, la malattia infiammatoria intestinale e il diabete di tipo 1. «Un restante possibile collegamento con la luce solare e la vitamina D – aggiungono gli autori – è che le donne incinte che partoriscono in primavera hanno i livelli più bassi di vitamina D durante la tarda gestazione, quando avvengono un’importante preparazione e sviluppo del sistema immunitario del feto».

Taglio buoni Asl, i celiaci non demordono

Taglio buoni Asl, i celiaci non demordono Nonostante le proteste dei celiaci, le Regioni italiane stanno tagliando una dopo l'altra i buoni Asl per l'acquisto degli alimenti senza glutine, secondo quanto disposto nei mesi scorsi dal governo. ... Pubblicato il 18/01/2019

Leggi Tutto

Riduzione buoni Asl, protestano i celiaci

Riduzione buoni Asl, protestano i celiaci L'Associazione italiana celiachia protesta contro il ministro della salute Giulia Grillo, che nei giorni scorsi sui social ha annunciato di voler ridurre i tetti di spesa dei buoni riservati ai celiac... Pubblicato il 24/10/2018

Leggi Tutto

Trovato il tasto che ''spegne'' la celiachia

Trovato il tasto che ''spegne'' la celiachia Dagli Stati Uniti arriva la scoperta di un enzima in grado di trattare la celiachia disinnescando la reazione autoimmune che fa comparire i sintomi. Se tante persone affette da questa malattia si chie... Pubblicato il 08/03/2018

Leggi Tutto
Warning: array_slice() expects parameter 1 to be array, null given in /htdocs/public/www/include/import.php on line 29

Vacanze per celiaci

Scopri altre offerte su www.vacanzeperceliaci.com

Locali per celiaci

Hotel Flamengo***

Hotel Flamengo***Hotel Flamengo*** è un Hotel/Albergo per celiaci a Rimini (RN)

Hotel/Albergo per celiaci a Rimini (RN)

Park Hotel & Terme Romantica ****

Park Hotel & Terme Romantica ****Park Hotel & Terme Romantica **** è un Hotel/Albergo per celiaci a Napoli (NA)

Hotel/Albergo per celiaci a Napoli (NA)

Allerglù - Alimenti senza glutine

Allerglù - Alimenti senza glutine Allerglù - Alimenti senza glutine è un Negozio per celiaci a Lecce (LE)

Negozio per celiaci a Lecce (LE)

Scopri altri locali su www.guidarapidaceliaci.com

Celiachia Celiachia Celiachia Celiachia