I negozi per celiaci denunciano le Asl: 'Siamo discriminati'

Ramaroli (Ainc): 'Troppi ritardi nel rimborso dei buoni e richieste di sconti inaccettabili'

Pubblicato il 15/12/2016
I negozi per celiaci denunciano le Asl: 'Siamo discriminati'

I negozi specializzati in alimenti per celiaci sono in gravi difficoltà e fanno sentire la loro voce. In Italia sono circa 1200 e a rappresentarli è Fabio Ramaroli (nella foto), presidente dell'Associazione italiana negozi celiachia (Ainc), che denuncia la discriminazione subìta nel rimborso dei buoni Asl rispetto al canale farmaceutico.

Stanno fioccando, infatti, le denunce contro gli insopportabili ritardi nel saldo delle fatture presentate dai negozi alle Asl: «Ci sono alcune regioni in cui questa situazione è molto critica - tuona Ramaroli - come per esempio Marche, Friuli e Sardegna. Addirittura alcune Asl obbligano i negozi a riconoscere una percentuale di sconto in fattura fino al 10%, e questo è inaccettabile. Anzi, chiedere uno sconto su un buono emesso dal Ministero delle finanze è persino illegale. In Sardegna, su 35 negozi presenti sul territorio, 14 hanno dovuto chiudere proprio perché non riuscivano più a sopravvivere in queste condizioni».

Ma i problemi non finiscono qui: «Un'altra lacuna da risolvere riguarda il riconoscimento della nostra professionalità», aggiunge Ramaroli. «I negozi specializzati sono gestiti da professionisti e danno la possibilità a chi è affetto da celiachia di incontrare una persona preparata e coinvolta in questa patologia. Lo stesso non avviene invece in farmacia, dove molto raramente si trova un addetto che segue direttamente il corner dei prodotti senza glutine, né nella grande distribuzione organizzata, dove addirittura non si capisce quali prodotti sono erogabili e quali no e dove non esiste alcun tipo di assistenza ai clienti. Chiediamo al Ministero della salute di inserire l'obbligo, per farmacie e gdo, di un addetto specializzato che fornisca assistenza ai celiaci».

L'intervista integrale a Ramaroli è disponibile nel video qui di seguito.

Taglio buoni Asl, i celiaci non demordono

Taglio buoni Asl, i celiaci non demordono Nonostante le proteste dei celiaci, le Regioni italiane stanno tagliando una dopo l'altra i buoni Asl per l'acquisto degli alimenti senza glutine, secondo quanto disposto nei mesi scorsi dal governo. ... Pubblicato il 18/01/2019

Leggi Tutto

Riduzione buoni Asl, protestano i celiaci

Riduzione buoni Asl, protestano i celiaci L'Associazione italiana celiachia protesta contro il ministro della salute Giulia Grillo, che nei giorni scorsi sui social ha annunciato di voler ridurre i tetti di spesa dei buoni riservati ai celiac... Pubblicato il 24/10/2018

Leggi Tutto

Trovato il tasto che ''spegne'' la celiachia

Trovato il tasto che ''spegne'' la celiachia Dagli Stati Uniti arriva la scoperta di un enzima in grado di trattare la celiachia disinnescando la reazione autoimmune che fa comparire i sintomi. Se tante persone affette da questa malattia si chie... Pubblicato il 08/03/2018

Leggi Tutto
Warning: array_slice() expects parameter 1 to be array, null given in /htdocs/public/www/include/import.php on line 29

Vacanze per celiaci

Scopri altre offerte su www.vacanzeperceliaci.com

Locali per celiaci

Park Hotel & Terme Romantica ****

Park Hotel & Terme Romantica ****Park Hotel & Terme Romantica **** è un Hotel/Albergo per celiaci a Napoli (NA)

Hotel/Albergo per celiaci a Napoli (NA)

Albergo Corte Antica

Albergo Corte AnticaAlbergo Corte Antica è un Hotel/Albergo per celiaci a Verona (VR)

Hotel/Albergo per celiaci a Verona (VR)

Gluten Free Garden

Gluten Free GardenGluten Free Garden è un Negozio per celiaci a Monza Brianza (MB)

Negozio per celiaci a Monza Brianza (MB)

Scopri altri locali su www.guidarapidaceliaci.com

Celiachia Celiachia Celiachia Celiachia